Lac: Assottica dà il via a See Green, per il corretto smaltimento

Sul sito dell’associazione confindustriale, che riunisce le maggiori aziende italiane produttrici e distributrici di lenti a contatto disposable, sono disponibili per i professionisti e i portatori i materiali (nella foto) che spiegano le regole di riciclo, in linea con le norme della raccolta differenziata

L’attenzione allo smaltimento delle lenti a contatto è alto. L’anno scorso uno studio americano aveva messo in luce che negli Usa il 19% dei portatori di lac ha l’abitudine di gettarle negli scarichi del lavandino o del water, con il risultato che ogni anno più di tre miliardi di lenti a contatto finiscono nelle acque reflue negli Stati Uniti, passando attraverso gli impianti di trattamento delle acque di scarico o frammentandosi e disperdendosi in natura. A gennaio Johnson & Johnson Vision ha annunciato l’iniziativa Acuvue Contact Lens Recycle Programme, programma nazionale gratuito che consente a tutti portatori britannici di lac morbide di riciclare facilmente le lenti a contatto, il blister e la confezione dopo l'uso.
Ora anche Assottica Gruppo Contattologia scende in campo con un’iniziativa informativa. «La sostituzione delle lac, trascorso il tempo indicato, è un gesto fondamentale per la salute degli occhi che non può prescindere da un riciclo corretto anche nel rispetto dell’ambiente - si legge in una nota dell’associazione - Assottica, consapevole dell’attualità del tema e dell’importanza di divulgare il messaggio, ha raccolto le semplici regole che guidano al percorso di smaltimento, non solo delle lenti, ma anche della confezione e degli elementi accessori in linea con le norme che riguardano la raccolta differenziata dei rifiuti».
Il materiale informativo dedicato all’argomento, oltre a essere consultabile online, è scaricabile nella versione digitale per una condivisione virale e nella versione cartacea per l’utilizzo da parte del professionista all’interno dello store.
«I produttori di lenti a contatto sono impegnati a contribuire alla sicurezza e al benessere dei portatori, a una crescita sostenibile, compresa la riduzione dell'impatto ambientale - afferma nel comunicato Stefano Romandini, dalla scorsa estate presidente di Assottica Gruppo Contattologia – Diversi sono gli sforzi messi in atto per riciclare l'imballaggio delle lenti a contatto. L'industria sta esplorando, inoltre, le modalità di riciclo delle lenti a contatto. È inoltre importante la collaborazione di tutta la filiera dell’ottica per la diffusione di una sempre maggiore consapevolezza e sensibilità sul tema».
(red.)