Un gel super adesivo per riparare la cornea?

La nuova tecnologia contiene molecole attivabili dalla luce e potrebbe divenire risolutiva nell'ambito della cura delle lesioni del tessuto corneale

Il materiale che ripara la cornea, le cui sperimentazioni cliniche sui pazienti dovrebbero iniziare nel giro di un anno, potrebbe un giorno rappresentare un'alternativa al trapianto: è la prospettiva offerta da un lavoro pubblicato sulla rivista Science Advances e diretto da Reza Dana, responsabile del servizio Cornea e Chirurgia Refrattiva presso il Massachusetts Eye and Ear e docente di oftalmologia della Harvard Medical School di Boston. Come riportato dall’Ansa, con la tecnologia chiamata GelCORE-gel for corneal regeneration gli studiosi hanno voluto creare un materiale estremamente chiaro e fortemente adesivo che consenta alla cornea sia di riparare il difetto sia di rigenerarsi. Con l’utilizzo del nuovo materiale le cellule corneali, come spiega Dana, si fondono con l'adesivo e riparano la cornea in modo il più possibile simile al tessuto nativo. Il gel è fatto di biomateriale. La somministrazione avviene attraverso iniezione o con un contagocce e lo si espone per pochi minuti a luce blu per attivarne le molecole: così assume le caratteristiche del tessuto corneale e si fonde progressivamente con esso riparando il difetto e stimolando la rigenerazione del tessuto stesso.
Sinora i test sono stati eseguiti con successo su animali: attualmente il team di esperti sta cercando di svilupparlo in differenti formulazioni per ottenere diverse versioni da utilizzare in base al tipo di lesione corneale da trattare.
(red.)