Zaccagnini, estate “calda” con gli open day

Il primo in assoluto a Longarone lunedì prossimo, presso la sede di Certottica, e la nuova struttura di Milano che resterà aperta al pubblico tutto agosto sono le novità estive dell’Istituto bolognese

Il 30 luglio, dalle 10 alle 19, le persone interessate potranno ricevere informazioni dalle rispettive direzioni e segreterie sul primo corso di abilitazione in ottica, con attestato di frequenza al corso di Ottica Oftalmica Industriale di Applicazioni Ottica Oftalmica Industriale, che l’Istituto Zaccagnini organizzerà dal prossimo ottobre in collaborazione con Certottica, l’ente di cui la scuola bolognese è diventata recentemente socia, presso la sua sede di Longarone. L’iniziativa, patrocinata da Anfao e dedicata agli addetti delle industrie del distretto bellunese degli occhiali e a quelli della distribuzione specializzata ottica, fornirà «tutti gli strumenti e le nozioni utili all’interfacciarsi con gli interlocutori, a interpretarne le esigenze e le priorità, con lo scopo di ottimizzare la filiera ottica attraverso la diffusione di una cultura ottico-optometrica in linea con l’evoluzione della filiera stessa – si legge sul sito dell’Istituto Zaccagnini - Il titolo conseguito favorirà un percorso privilegiato di carriera all’interno delle aziende della filiera, in primis in quelle del distretto dell’occhiale; e potrà offrire future opportunità di occupazione qualificata».
Per tutto agosto, inoltre, saranno visitabili gli spazi della nuova sede di Milano dell’Istituto (nella foto, il corridoio che unisce segreteria, aule, laboratorio e ambulatorio), circa 500 metri quadrati complessivi nel centrale quartiere di Porta Genova, in fase di ultimazione, in attesa dell’inaugurazione ufficiale, prevista per il 10 settembre, alla presenza di esponenti del Comune e della Regione e degli operatori della filiera dell’ottica. «Con questa apertura andremo a coprire le esigenze di scuola e di formazione ottico-optometrica conseguenti al vuoto lasciato dalla chiusura della scuola civica di via Quarenghi nel bacino di utenza composto dalle province lombarde, da quelle del Piemonte e di parte di quelle della Liguria e dell’Emilia, in cui sono stimati oltre quattromila centri ottici con circa settemila professionisti ed è attiva una parte importante delle industrie del settore e delle sedi della distribuzione ottica specializzata», commenta a b2eyes TODAY Giorgio Righetti, direttore dell’Istituto Zaccagnini.
A.M.