Solcare il mare a dispetto del cielo

Questo stratagemma descrive la capacità strategica di fare qualcosa che sortisce evidenti effetti senza che la nostra azione venga notata, permettendoci di evitare le resistenze al cambiamento. Nel nostro caso agire su un mercato (over 40) piuttosto che su un prodotto (lente progressiva) ci permetterà di superare le difficoltà del passato

La presbiopia è un difetto visivo, ma anche una grande opportunità. Eppure nell’ottica si contano ancora tutte quelle mancate opportunità lasciate sulla strada della presbiopia. Troppi occhiali premontati venduti in tanti luoghi diversi dall’ottica, mancanza di un’adeguata informazione all’oculista con la conseguenza di una sua avversità all’occhiale progressivo, inadeguatezza di molti ottici nell’approcciare un cliente presbite e realizzare una lente progressiva su misura. In sintesi non abbiamo un unico fattore a determinare il rallentamento di questo mercato, ma molteplici situazioni convergenti che purtroppo non sono così facili da risolvere tutte insieme, soprattutto da soli. Abbiamo bisogno di nuove idee e persone che ci aiutino a realizzarle.
Così, questa mancata crescita del mercato della lente progressiva (ci servono un 10% in pezzi e una prima dotazione a 45-48 anni) e di tutto ciò che le gira intorno toglie ossigeno all’impresa ottica, che ha bisogno di ripensare in tal senso il business degli over 40 per uscire da queste sabbie mobili. In sostanza, va rivisto il tema dell’occhiale progressivo in una logica diversa, più ampia. Occorre pensare alla presbiopia come a un grande territorio dove vive la metà della popolazione italiana. Persone che hanno necessità e problemi visivi diversi da quelli dei loro primi quarant’anni. Nuovi giovani anziani che desiderano vivere e vedere diversamente dai loro genitori. Allarghiamo allora il focus del nostro problema per assumere un approccio più strategico, ovvero osservare il mercato sui bisogni anziché sul prodotto e le sue applicazioni: ripensare l’impresa ottica per una terza età del benessere visivo.
Da qui si cambia. Il 30 giugno a Firenze avrò il privilegio di condurre il business forum sulle lenti progressive firmato da questa testata e dal suo editore, con il sostegno e il patrocinio delle più importanti realtà del settore. A tre anni dal mio libro Presbiopia 10 e lode, in cui anticipavo di fatto le premesse del quadro attuale e di questo evento, oggi è fondamentale sposare per tutti il “qui e ora”. Il tempo è finito, in un mercato dove l’industria sarà retail e l’e-commerce sarà l’ottico. Occorre un pensiero nuovo, una squadra preparata e tanta voglia di metterlo in pratica.
Nicola Di Lernia