Puglia più accessibile ai non vedenti grazie a una start up

MAPabile è un progetto nato dall’esperienza maturata da Michele Pignatelli durante il servizio civile nazionale all’Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti di Brindisi e dalle competenze acquisite nel campo del rendering e della stampa 3D: vede coinvolti tutti ragazzi giovanissimi che hanno creato la loro azienda grazie ai finanziamenti del bando regionale Pin-Pugliesi Innovativi

«Il target cui facciamo riferimento utilizza per lo più la nostra mappa tramite l’esplorazione tattile o il residuo visivo: grazie ad essa ogni luogo visitabile nella vita di ogni giorno può divenire accessibile per tutti, incentivando l’abbattimento delle barriere architettoniche e comunicative nel pieno rispetto della normativa di riferimento», spiegano sul sito i giovanissimi imprenditori che hanno sviluppato il progetto sin dall’inizio, Michele Pignatelli, ceo e junior project manager, e Alessandra Mingolla, account manager, ai quali si sono poi affiancati Alessio Rollo, web developer, e Carlo Lopez, chief technical officer e che costituiscono il gruppo di ImmaginAbile, cooperativa sociale che coniuga nuove tecnologie di produzione con la forte necessità di inclusione sociale.
Ma come sono strutturate le mappe? MAPabile (nella foto, un prototipo) rappresenta in maniera semplice, univoca e schematica i luoghi a chiunque, in particolare a non vedenti e ipovedenti, favorendone l’orientamento, la riconoscibilità e la mobilità in autonomia. «Ogni mappa è costituita da un pannello in rilievo realizzato con colori ad alto contrasto cromatico e diciture in Braille e su ciascuna di esse sono riprodotte in modo sintetico le planimetrie dei luoghi e dei percorsi da seguire – si legge sul sito di MAPabile – Le mappe tattili sono progettate tenendo conto delle specificità dei luoghi che rappresentano e sono dunque studiate ad hoc di volta in volta». Si possono perciò riprodurre luoghi pubblici e privati, dai centri commerciali ai luoghi di aggregazione, sino ad arrivare agli uffici delle pubbliche amministrazioni, ai parchi e ai musei e così via. In fase di installazione MAPabile è disposta in maniera tale da essere individuata senza difficoltà e risultare facilmente accessibile senza costituire un ostacolo sul percorso.
(red.)