Police, il concept store di Tokyo diventa uno spazio d’arte

Il brand, di proprietà del Gruppo De Rigo, ha affidato al giapponese Coin Parking Delivery la rivisitazione degli interni per trasformare il negozio, avviato alla fine del 2018 nel quartiere di tendenza di Shibuya, in un luogo dove far convivere creatività e innovazione

L’artista nipponico, nato nel 1997 a Tochigi, che ha iniziato a disegnare con lo smartphone nel 2017 e le cui creazioni includono moda, design spaziale e loghi, reinterpreterà lo spazio Police con le sue illustrazioni (nella foto) su pareti, vetrine, pavimenti e una statua in 3D. Il protagonista delle opere è Shirai-San, «personaggio di fantasia che ama il quartiere di Shibuya perché pieno di sogni, energia e ragazzi, proprio come il concept store Police di Tokyo, luogo perfetto per raggiungere i più giovani», si legge in una nota del brand, che conta nel mondo, oltre a quello nella capitale giapponese, due store in India e tre in Cina, e 15 shop in shop negli Emirati Arabi.
La collaborazione con Coin Parking Delivery, le cui opere resteranno esposte nel negozio sino al 16 aprile, è solo il primo dei progetti che coinvolgono giovani talenti giapponesi, espressione del fermento artistico di Shibuya, che verranno ospitati a rotazione nello spazio, accanto ai prodotti lifestyle del marchio. «Questo progetto vuole offrire agli appassionati del marchio esperienze emozionali che vadano oltre la tradizionale esperienza d’acquisto - commenta nel comunicato Michele Aracri, amministratore delegato di De Rigo Vision - Lo store di Police diventa un luogo sempre nuovo dove i codici estetici del brand si mixano con le diverse visioni artistiche dei talenti coinvolti».
(red.)