Bimbovisione 2019: nel Cuneese oltre 300 genitori e insegnanti coinvolti

L’iniziativa, curata a livello nazionale dalla Federottica locale per diffondere la cultura del “vedere bene per apprendere meglio”, è partita nella provincia piemontese all’inizio del novembre scorso e si è chiusa a fine marzo con un incontro a Fossano

Anche per il 2019 è stato organizzato a Fossano l’incontro conclusivo del progetto Bimbovisione, di cui Federottica Cuneo è referente nazionale da oltre dieci anni, dedicato agli alunni della scuola primaria e dell’ultimo anno di quella dell’infanzia. Sono state coinvolte le famiglie e gli insegnanti degli istituti comprensivi locali in una conferenza, coordinata da Bruno Maestrelli (nella foto), presidente della territoriale, che ha riunito una sessantina di partecipanti, soprattutto mamme. Gli ottici Arianna Gallo di Fossano, Cristina Toffoli di Cuneo e Claudio Bottaro di Verzuolo, sono intervenuti in veste di relatori.
«L’obiettivo è stato sensibilizzare genitori e insegnanti su come, ad esempio, una scorretta postura dei bambini nel banco scolastico o durante lo studio a casa, così come una sbagliata impugnatura della penna o della matita, un ambiente visivo scolastico o della stanza dove si svolgono i compiti a casa non idoneo, comportano un alto dispendio di energie che causa un’inefficienza visiva e, di conseguenza, un calo dell’apprendimento e del rendimento scolastico - spiega a b2eyes TODAY Maestrelli - Inoltre, sono stati sottolineati i principali e più comuni problemi visivi dei più piccoli, come si manifestano e quali difficoltà comportano nello svolgimento delle attività scolastiche e di studio, soprattutto durante la lettura e la scrittura». Al termine della conferenza ai partecipanti è stato omaggiato materiale didattico dedicato ai bambini: un leggìo con funzione di piano inclinato, una pen-grip per la giusta impugnatura della penna, opuscoli sul corretto approccio all’attività di lettura e scrittura ed esercizi per provare la propria efficienza visiva.
L'iniziativa ha così raggiunto il suo undicesimo anno di attività: dal 2009 a oggi sono state organizzate un migliaio di conferenze a livello nazionale, promosse in 14 regioni e oltre 40 province, con il coinvolgimento di circa 25 mila genitori e 6 mila insegnanti. «Bimbovisione 2019 ha preso il via lo scorso novembre con un calendario che ha toccato diverse tappe - conclude Maestrelli - In provincia di Cuneo siamo partiti a Barge, per poi spostarci nel corso di questi mesi a Pianfei, San Michele di Mondovì, Scarnafigi, Cuneo, Narzole e, infine, a Fossano per la conferenza finale. Al già ricco programma si è aggiunto un evento a Sanfront, che si è tenuto il 1° aprile, per un totale di otto appuntamenti che hanno registrato in totale la partecipazione di circa trecento persone. A livello nazionale sono state, invece, realizzate una sessantina di conferenze nel periodo fra novembre e aprile, coordinate dalle associazioni territoriali a livello locale, secondo il format stabilito da Federottica Cuneo».
(red.)