Una settimana contro il glaucoma

Da domenica 10 a sabato 16 marzo occhi puntati sul cosiddetto ladro silenzioso della vista: torna l’iniziativa promossa nel nostro paese da Iapb Italia assieme alla Società Oftalmologica Italiana e alla Società Italiana Glaucoma, con i medici oculisti della Soi a disposizione soprattutto di coloro che non hanno mai effettuato una visita agli occhi

«La nostra virtuosa azione vuole essere una straordinaria campagna “Salva la vista” per informare, sensibilizzare ma soprattutto per invitare le persone a farsi visitare gli occhi – spiega in una nota il presidente Soi, Matteo Piovella - I medici oculisti che aderiscono all’iniziativa mettono a disposizione visite specialistiche gratuite per i cittadini che non si sono mai recati dall’oculista. Siamo sicuri così di poter arrestare il silenzioso ladro della vista, ma anche poter individuare altre importanti malattie degli occhi».
Il glaucoma è la seconda causa di cecità al mondo e prima causa di cecità irreversibile. In Italia sono un milione le persone affette da questa seria patologia agli occhi, con una prevalenza di circa il 2,5% nella popolazione sopra i 40 anni di età. «Uno degli elementi sentinella del glaucoma maggiormente conosciuto è l’aumento della pressione intraoculare - continua Piovella - Per questo sopra i 40 anni è necessario effettuare una visita dall’oculista e dei controlli successivi ogni due anni: nessuno ha la possibilità di rendersi conto del valore della sua pressione oculare che può essere accertata solo utilizzando uno strumento medico dedicato, il tonometro, durante l’effettuazione di una regolare visita oftalmologica.
(red.)