Safilo, una joint venture in Corea del Sud

Il gruppo padovano ha annunciato la partnership con Parma International, player locale attivo nell’eyewear e nei prodotti sportivi: consentirà lo sviluppo di nuovi canali distributivi, oltre a servizi di marketing e comunicazione digital

La joint venture, il cui 51% sarà detenuto da Safilo, avrà sede a Seoul, capitale della Corea del Sud, e distribuirà le collezioni eyewear dei marchi nel portafoglio, «con focus particolare su Hugo Boss, Jimmy Choo, Max Mara, Tommy Hilfiger, Polaroid e Carrera», precisano a b2eyes TODAY dal gruppo padovano, con l’obiettivo di espandere la presenza dell’azienda nel mercato locale.
«La Corea del Sud riveste per Safilo un’importanza strategica sia per le potenzialità del suo mercato interno sia per il ruolo che riveste in tutto il mondo come trend setter nel design - commenta in una nota Angelo Trocchia (nella foto), amministratore delegato di Safilo Group - In questo mercato siamo impegnati a costruire un business solido, profittevole e di lungo termine. L’esperienza di Parma International nella distribuzione e la conoscenza del mercato wholesale e retail locali ne fanno un partner ideale per sviluppare la nostra strategia di crescita a lungo termine».
SeeOne, l’attuale distributore Safilo per il mercato coreano, con cui è stato rinnovato l’accordo, continuerà a gestire la distribuzione di alcuni marchi, nella fattispecie Dior e Fendi, a supporto della nuova realtà. «Più precisamente Dior e Fendi saranno distribuiti sia da SeeOne sia dalla joint venture, con SeeOne che avrà un focus maggiore su negozi di ottica e department store», specificano ancora da Safilo al nostro quotidiano.
(red.)