Safilo, il trend positivo prosegue

Dopo un’ultima parte del 2018 già in ripresa il primo trimestre 2019 si è chiuso con le vendite nette derivanti dalle attività in continuità pari a 247,3 milioni di euro, in aumento del 3,4% a cambi correnti e dello 0,6% a cambi costanti rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente

A sua volta il business wholesale, che esclude quello relativo all'accordo di produzione con Kering, riportato all'interno dei ricavi registrati in Europa, è incrementato dello 0,8%. Anche la redditività (nella tabella) ha fatto segnare risultati positivi da gennaio a marzo di quest’anno, con l’Ebitda adjusted delle attività in continuità che ha raggiunto 16,5 milioni di euro e un margine sulle vendite del 6,7%, «risultato che ha evidenziato un significativo miglioramento operativo rispetto all’Ebitda adjusted pari a 16,1 milioni di euro registrato nel primo trimestre del 2018, che includeva il provento di 9,8 milioni di euro per la risoluzione anticipata del contratto di licenza Gucci – si legge nel comunicato al termine del Cda che nei giorni scorsi ha approvato i principali indicatori di performance economico-finanziaria del gruppo padovano - L'andamento delle vendite è stato supportato dal graduale miglioramento registrato dal business in Europa, in crescita dell'1,3% a cambi costanti (+1,8% il business wholesale), e dal recupero di una certa stabilità in Nord America (-0,6% a cambi costanti), dopo la contrazione registrata negli ultimi due anni. La performance nei mercati emergenti si è contraddistinta da una parte per la buona performance della regione Asia-Pacifico, complessivamente in crescita del 17,4% a cambi costanti, dall’altra per la debolezza del business nei mercati IMEA».
La nota evidenzia performance positive nel trimestre dei brand di proprietà, in particolare Smith e Polaroid, ma anche «di un certo numero di marchi in licenza attivi nei segmenti fashion luxury e contemporary».
Safilo Group ricorda, inoltre, che «in seguito alla decisione annunciata lo scorso 2 aprile di procedere con un piano di cessione a terzi della catena retail Solstice, nel 2019 i commenti del management si focalizzeranno sulle attività in continuità, esclusa Solstice».
(red.)