Garagnani: controlli della vista gratuiti per le giornate del benessere

Si è svolta dal 28 febbraio al 2 marzo la prima edizione di “Bologna si prende cura-i tre giorni del welfare”, promossa dal Comune in collaborazione con l’Azienda Usl della città, cui ha partecipato il centro ottico felsineo con la Favola degli Occhiali, il progetto lanciato dall’insegna nel 2016, con il supporto della Federottica locale e della onlus Amoa

A servizio dei cittadini: è stato questo l’obiettivo di “Bologna si prende cura-i tre giorni del welfare”, la manifestazione dedicata al benessere e alla salute, alla sua prima edizione. Palazzo Re Enzo ha rappresentato il fulcro dell’iniziativa, che con vari eventi e appuntamenti si è snodata in tutta la città, dall’aula magna di Santa Lucia dell’università alla sala dello Stabat Mater della biblioteca dell’Archiginnasio, sino a Palazzo d’Accursio dove i cittadini hanno potuto partecipare a convegni di carattere scientifico e divulgativo sugli strumenti più evoluti per la pianificazione di politiche socio-sanitarie, come le mappe di fragilità, l’epigenetica e i modelli di welfare. 
In questo contesto si è inserita Ottica Garagnani in uno spazio dedicato (nella foto) alla Favola degli Occhiali, progetto avviato in occasione dei novant’anni dell’insegna bolognese, all’Occhiale Sociale, a Federottica Bologna e ad Amoa, la onlus che riunisce medici, professionisti sanitari e volontari che si dedicano alla cura e prevenzione delle malattie oculari in Italia e in Africa. «La Favola degli Occhiali è un’iniziativa di solidarietà a favore dei bambini fra 0 e 14 anni con problemi di visione, appartenenti a famiglie in difficoltà residenti nel capoluogo emiliano e seguite dai Servizi sociali del Comune ai quali approntiamo un equipaggiamento in forma gratuita, grazie anche al contributo di Essilor Italia che mette a disposizione lenti correttive realizzate ad hoc», spiega a b2eyes TODAY Andrea Garagnani, titolare dell'insegna. All’evento bolognese sono stati effettuati quasi duecento controlli della vista gratuiti con il supporto degli ottici di Federottica Bologna e degli oculisti di Amoa.
F.T.