Firenze capitale dell'ipovisione: dai corsi al Congresso Prisma

Seconda edizione per l'evento formativo, organizzato dalla Scuola Italiana di Ipovisione insieme con la Scuola Internazionale di Ottica e Optometria del capoluogo toscano, che si articola in tre incontri di due giorni ciascuno: il 17 e 18 marzo, il 14 e 15 aprile, il 19 e 20 maggio. A fine marzo, invece, si terrà il consueto meeting dell'associazione guidata dall'oftalmologo Roberto Volpe

«La Scuola Italiana di Ipovisione si occupa da anni della formazione di professionisti in ipovisione e riabilitazione visiva, cercando di volta in volta di rispondere in modo innovativo alle richieste degli operatori delle scienze della visione, oculisti, ortottisti e ottici, di strutturare un corso che possa fornire un aggiornamento approfondito sui principali aspetti della riabilitazione visiva e che sia particolarmente ricco di pratica e di esercitazioni - si legge in un comunicato della struttura - L'ambizione della Scuola è aver ideato un corso modulare al termine del quale, chi ha partecipato al complesso delle attività, si trovi nella condizione di iniziare a muoversi autonomamente in questo ambito secondo le peculiarità e i ruoli di ciascuna delle professioni considerate». In occasione del corso verrà, inoltre, chiarito «come si può creare e far vivere una proficua collaborazione tra l'oculista, l'ortottista e l'ottico allo scopo di rendere più efficace l'attività di sostegno alla persona ipovedente nel percorso di progressivo recupero dell'autonomia perduta», precisa la nota.
Il metodo didattico prevede, oltre alle tradizionali lezioni frontali (nella foto) e agli ambulatori pratici, anche delle sessioni teoriche basate su filmati, che permettono di vedere come viene condotta la valutazione del paziente ipovedente. «Tali sessioni risultano complementari e di supporto alle prove pratiche, con in più il vantaggio di analizzare le singole fasi della valutazione passo per passo, in quanto è possibile interrompere la procedura ogni qual volta sia necessaria una spiegazione o un chiarimento da parte del partecipante», aggiunge il comunicato.
Durante il 2019 verranno, inoltre, organizzati corsi monotematici di una giornata che amplieranno la proposta formativa del corso base con l'obiettivo di «offrire a ciascuna delle categorie professionali lezioni inerenti la propria area – conclude la nota - Le schede di tali corsi saranno disponibili in occasione del Congresso Prisma, in programma a Firenze il 30 e il 31 marzo». All'ultimo incontro, in maggio, verrà effettuato un test finale di apprendimento, il cui superamento dà diritto all'attestato di "Esperto qualificato in ipovisione".
(red.)