Favino: da Sanremo a Milano, passando da Rodenstock

Uno dei più apprezzati attori italiani ha fatto visita all'headquarter italiano dell’azienda oftalmica subito dopo essere stato ospite al Festival e in occasione di una delle pause della sua tournée teatrale, nei giorni scorsi a Milano presso il Franco Parenti

È salito martedì scorso sul palco del Festival di Sanremo, quest’anno in veste di ospite e non di conduttore come nell’edizione 2018, per recitare una parte del monologo che lo ha visto di nuovo in scena sino a ieri al Teatro Franco Parenti di Milano in La notte poco prima delle foreste di Bernard-Marie Koltès, con la regia di Lorenzo Gioielli che l’ha riadattato e tradotto.
Tra un impegno e l’altro Pierfrancesco Favino ha visitato la sede milanese di Rodenstock, dove ha testato personalmente le tecnologie dell'azienda tedesca, incluse le novità che verranno svelate a Mido, «a partire dalla misurazione della vista con DNEye Scanner 2+ alla scelta di lenti dotate delle ultime innovazioni tecnologiche come il trattamento X-tra Clean e la selezione di una montatura Porsche Design, brand di cui Rodenstock è licenziatario – si legge in una nota dell’azienda - Un incontro informale che ha permesso a Rodenstock di raccontare le proprie novità a un ascoltatore estremamente preparato e, senza dubbio, di grande fascino» (nella foto, da sinistra, Michele Villotti, amministratore delegato di Rodenstock Italia, e Favino).
(red.)