Occhialeria italiana: rallenta l’export, ancora fiacco il mercato interno

Da gennaio a giugno 2018 le vendite all’estero sono diminuite in valore del 2,9%, con -1,8% per le montature da vista e -3,6% per gli occhiali da sole

I dati del settore occhialeria relativi al periodo gennaio-giugno 2018 diffusi nei giorni scorsi da Anfao fotografano un comparto che attraversa un momento poco brillante. Le esportazioni di montature vista e sole hanno registrato performance negative in tutte le principali aree geografiche: America -2,3%, Europa -2,5%, Asia -4,5%. Analizzando i diversi paesi, negli Stati Uniti, da sempre primo mercato di riferimento per il comparto con una quota di oltre il 25% delle esportazioni, le vendite complessive hanno fatto segnare -3,2% rispetto al primo semestre 2017, con le montature sostanzialmente stabili (-0,2%) rispetto agli occhiali da sole (-12,2%) decisamente sotto tono. Negli Usa non poco avrebbe pesato l’incertezza di politica commerciale legata alle azioni di Trump. In Europa segno meno per le esportazioni complessive di montature sole e vista in Francia (-4,8%), Germania (-6%), Spagna (-9,5%); solo nel Regno Unito sono rimaste pressoché stabili (+0,4%).
«La prima metà del 2018 per l’occhialeria, reduce da un 2017 di crescita seppure contenuta, purtroppo non sembra essere particolarmente dinamica – commenta in una nota il presidente di Anfao, Giovanni Vitaloni (nella foto) - Le esportazioni, che hanno guidato la crescita negli ultimi anni, stanno segnando il passo. Stanno soffrendo molto gli occhiali da sole e preoccupa il mercato americano. Meteo e incertezza di politica commerciale sembrano essere le cause principali. Il quadro non è sicuramente roseo al momento, tuttavia riteniamo che spazi di crescita ci siano sempre e che possano essere colti».
A sua volta il mercato interno, sempre secondo le rilevazioni dell’associazione delle imprese italiane di montature e oftalmica, resta fiacco e i consumi, anche a causa di una riduzione della fiducia dei consumatori, sono tornati negativi. Stanno soffrendo non solo gli occhiali da sole, ma anche il comparto delle lenti, soprattutto con le progressive, segnala una stagnazione preoccupante secondo Anfao, che ha analizzato anche l’andamento mensile dell’export nel primo semestre dell’anno: non vi sarebbe omogeneità, bensì, dopo un gennaio ancora in scia della positiva chiusura 2017, i mesi successivi hanno registrato un decremento tendenziale. Maggio e giugno però, seppur con un segno negativo, sembrano in ripresa, segnale che lascia ben sperare per il secondo semestre.
(red.)