Giornata Mondiale della Vista, parte da Monopoli il “Vistatour a scuola” di Cdv

Screening visivi e attività di educazione alla prevenzione visiva: la onlus sarà presente nella città pugliese con l’iniziativa che coinvolgerà l’Istituto Comprensivo 1° C.D. da domani al 13 ottobre e farà successivamente tappa in un’altra scuola sul territorio

L’iniziativa (nella foto, la locandina), in occasione della Giornata Mondiale della Vista, ha lo scopo di sensibilizzare bimbi e famiglie sulla salute e il benessere della vista. «I bambini della scuola primaria saranno coinvolti durante le lezioni sulle buone pratiche di prevenzione in modo semplice, diretto e divertente attraverso attività ludiche che consentiranno di apprendere concetti e informazioni sulla prevenzione dei difetti visivi - si legge in una nota di Commissione Difesa Vista - Gli screening consentiranno di valutare alcuni parametri di base relativi all’apparato visivo dei bambini, in età utile per prevenire o risolvere alcuni disturbi. I test saranno effettuati con l’ausilio di strumentazioni tecniche avanzate da medici oculisti e ottici messi a disposizione da Cdv Onlus», che nel pomeriggio e al termine dell’orario scolastico saranno a disposizione per offrire test visivi gratuiti anche a genitori, insegnanti e personale non docente.
La parte ludica su “Salute e salvaguardia della vista” sarà gestita in collaborazione con Momotarò, società che si occupa di didattica e divulgazione della scienza: effettuerà attività educative ideate per bambini dai 6 agli 11 anni per dare loro una chiara comprensione dei fenomeni visivi. «Tenuto conto che ben oltre l'80% dei deficit visivi può essere prevenuto o curato, Cdv Onlus si impegna a contrastare i recenti dati allarmanti emersi dalle sue attività di screening gratuiti - prosegue il comunicato -  In particolare un bambino su due non è mai stato visto da un oculista: un dato preoccupante, se si pensa che una condizione abbastanza diffusa come l’ambliopia, di cui soffre tra il 3% e il 4% dei bambini sotto i 5 anni, può essere curata completamente solo se diagnosticata in tenera età».
L’iniziativa è resa possibile grazie al supporto dei partner tecnologici Essilor, che ha messo a disposizione due Visiotest, un frontifocometro, un autorefrattometro e un tonometro a soffio, e Zeiss, che ha fornito una lampada a fessura, un Visuscout per la lettura del fondo oculare e un autorefrattometro.
(red.)