Paris Fashion Week: meno montature, più trucchi

Dopo Milano, occhiali ancora generalmente sottotono nella settimana della moda parigina: per il viso si preferisce un make up appariscente. Ma non mancano alcune importanti eccezioni

Con Parigi finiscono le fashion week con le proposte per il prossimo autunno inverno. Molte e svariate le collezioni, dove prevale una certa tendenza allo street style, ovviamente riveduto. Un modo di vestire reale che contempla poco la sera e dove gli occhiali non sono tra gli accessori protagonisti. Anche le maison e gli stilisti che ne facevano un grande uso, preferiscono aspettare l’estate per esibirli. Forse per compensazione, si è vista una grande attenzione al trucco soprattutto agli occhi, con qualche vero coup-de-théâtre. Come da Vivienne Westwood, dove il marito e stilista Andreas Kronthaler ha mandato in passerella modelli e modelle con righe coloratissime intorno agli occhi, o con uno strano monocolo oppure ha nascosto il viso in cagoule da fantasma del Louvre. Anche Aalto (nella foto, a sinistra) ha colorato in tinte accese la zona del viso dove stanno gli occhiali. Qualche eccezione come sempre c’è stata, a parte gli occhialoni neri per le super coperte donne di Balenciaga o per le ragazze che amano l’optical di Loewe. Da Guy Laroche, in controtendenza, più della metà delle uscite erano con gli occhiali, grandi, tondi, con montatura bianca e nera, anche da vista (nella foto, a destra). E da Dior Maria Grazia Chiuri ha accessoriato tutte le sue contestatrici, revival ’68, con grandi occhiali a lenti colorate.
(Luisa Espanet)