Parigi: per l’haute couture fiori e occhiali a stella

Al termine delle kermesse maschili e in vista del prêt-à-porter femminile di febbraio, dal 21 al 24 gennaio si sono tenute nella capitale francese le sfilate primavera estate 2019 alta moda delle maggiori maison: in evidenza allestimenti e ispirazioni particolari, in cui l’eyewear ha offerto il proprio contributo

Se nelle sfilate del prêt-à-porter maschile diminuiscono le scenografie e le collezioni a effetto, l’alta moda continua, anzi aumenta i suoi coup-de-théâtre. E le ultime passerelle di Parigi, per la haute couture primavera estate 2019, ne sono un bell’esempio. Tra le più sorprendenti quella di Dior dove Maria Grazia Chiuri ha ricreato un Cirque d’Hiver con tanto di acrobate, e quella di Schiaparelli. Qui il direttore creativo Bertrand Guyon si è ispirato alla passione della grande Elsa per i fiori e per l’astronomia, ereditata dallo zio Giovanni, studioso dell’Osservatorio di Brera. Ed ecco sui corti abiti da cocktail stelle dai lunghi raggi, sull’aderente princesse azzurra una via lattea di fiori rosa, sui lunghi da gran sera satelliti e pianeti di paillettes, ma anche piccoli dettagli in tema sui tailleur dipinti addosso. A completare il look grandi occhiali a maschera, bianco trasparente, con il disegno o la forma di una stella (nella foto).
Luisa Espanet