New York: a Vision Expo focus sulle lac e un occhio al design

La manifestazione statunitense, in programma da domani al 18 marzo presso lo Javits Center (nella foto), ha in programma una serie di eventi all’OptiCon Hub, uno spazio progettato esclusivamente per le lenti a contatto, sotto la guida dell’American Board of Opticianry & National Contact Lens Examiners

Oltre 700 espositori, di cui circa 200 nuovi, 25 mila metri quadrati dedicati a tutti i segmenti dell’occhialeria: sono i numeri di Vision Expo New York 2018 che aprirà i battenti domani, giovedì 15 marzo, solo per gli addetti ai lavori con la consueta giornata dedicata esclusivamente alla formazione, cui seguiranno tre giornate di fiera. Gli organizzatori, rivelano a b2eyes TODAY, attendono un numero di presenze in linea con l’edizione 2017, che aveva registrato quasi 22 mila unità.
La rassegna statunitense conferma il proprio focus sull’aggiornamento professionale, con 75 ore di contenuti educativi. La novità più rilevante riguarda la contattologia, con un nuovo spazio dedicato, l’OptiCon: situato fra i padiglioni The Galleria e Eyewear + Accessories, consentirà ai partecipanti di incontrare gli esponenti delle principali associazioni professionali nazionali e delle aziende.
I Pop Up Talks, invece, si svolgeranno quotidianamente in un ambiente più intimo e interattivo e si concentreranno su una varietà di argomenti, tra cui sessioni tenute dalle  designer di occhiali e duo di deejay Coco e Breezy e dall’esperto di stile Joy Gibb. Vision Expo ha, inoltre, stretto una partnership con Women’s Wear Daily, testata fashion americana, per il talk “Eye on design: an exclusive talk with influential eyewear designers at Vision Expo”, che si terrà venerdì. Moderato dall’editor di Wwd, Liz Doupnik, il panel vedrà la partecipazione di Vladimiro Baldin, chief product e design officer di Safilo Group, Gai Gherardi, co-fondatore e co-designer di L.A. Eyeworks, e Laura Howard, designer di Kenmark Eyewear: condivideranno idee su dove traggono ispirazione per i loro progetti, forniranno un dietro le quinte dei loro processi di creazione e discuteranno di un segmento in continua evoluzione.
(red.)