Mido al top, ma cresce il Far East

Gli interpellati al sondaggio pongono il salone milanese al vertice della classifica, ma tengono in grande considerazione le altre rassegne, in primis quelle di Tokyo e Pechino

Fiere, siti, social network e stampa specializzata sono i canali d’informazione privilegiati per gli intervistati: è qui che si gioca una parte importante della partita anche per la vendita e per la penetrazione dei marchi. Gli addetti ai lavori interpellati partecipano, infatti, a diversi eventi del settore. Mido si conferma regina degli eventi dell’eyewear, con un tasso di partecipazione di oltre il 96% tra gli intervistati. Nella top 5 delle fiere anche Silmo, opti Monaco, DaTE e Optical Fair con numeri decisamente più contenuti, che indicano anche format e pubblico differenti. A sorpresa, però, e in prospettiva, gli operatori stanno guardando strategicamente anche ad altre fiere, attribuendo maggiore priorità a eventi che aprono a mercati al momento meno battuti, per esempio del Far East, Tokyo e Pechino in primis». 
E se le fiere si confermano protagoniste di scambi “dal vivo”, una parte delle relazioni è anche virtuale e si svolge sul web. I siti si confermano strategici come vetrine per imprese e marchi, mentre Facebook guida la classifica dei social media: l’80% degli intervistati rivela di usarlo per lavoro, con strategie diverse. Non è comunque l’unico strumento utilizzato, ma Instagram e Youtube compaiono a grande distanza nella classifica (nella foto, uno scorcio di Mido Design Lab, all'ultima edizione della manifestazione). 
(red.)