Bertolucci: sul set con cappello, megafono e occhiali da sole

È forse il solo tratto che avvicina il grande maestro, spentosi lunedì scorso a Roma a 77 anni, ai colleghi: per il resto è stato unico, quanto ad arte e risultati ottenuti

Bernardo Bertolucci era di un’altra epoca, un uomo del Novecento, come racconta il suo film capolavoro. E, come i registi di quell’epoca, sul set portava sempre il cappello, gli occhiali da sole e un megafono (nella foto, tratta da corriere.it). E faceva scandalo. Le scene torbide di Ultimo tango a Parigi del 1972 sono letteralmente andate al rogo. Ma ne parliamo ancora adesso, dopo che il film è stato rimesso in circolazione nel maggio di quest’anno. Bertolucci è stato il regista italiano che ha firmato più colossal e avuto più Oscar (nove) per L’ultimo Imperatore, nel 1988. Tra i suoi film cult Il tè nel deserto, dove John Malkovich e Debra Winger sfoggiano occhiali da sole di tutti i generi.
Rosaria D’Amico, giornalista specializzata in cinema