Zaccagnini, al via il terzo corso di optometria a Venezia

Realizzato sempre in collaborazione con la Fondazione Banca degli Occhi del Veneto, inizierà il 6 novembre: le lezioni teoriche si terranno presso la sede della “Scuola di Sanità Veneta”, presso il Padiglione dell’Ospedale dell’Angelo di Zelarino, nei pressi di Mestre, dedicato a Giovanni Rama, mentre le attività pratiche si svolgeranno negli ambulatori dell’Istituto a Bologna

Con quello in partenza lunedì (nella foto, la locandina) prossimo si toccherà quota 7 edizioni in Veneto e, complessivamente, quota 48 dal 1987, anno in cui fu realizzato il primo. E come per tutti i corsi biennali di optometria per lavoratori organizzati dall’Istituto Zaccagnini «saranno 15 i moduli didattici, ciascuno con esame, elaborazione e dibattito della tesi finale, 580 le ore di attività didattiche residenziali, pari a 65 giornate, di cui 395 ore di lezioni frontali, dimostrazioni e discussione di casi clinici e 185 di esercitazioni pratico-cliniche e discussione di casi clinici, pari a 21 giornate, oltre a 50 ore di tirocinio facoltativo presso una struttura sanitaria – si legge in una nota della struttura formativa bolognese - Sono previsti, inoltre, due seminari di optometria specialistica su temi di attualità e rilevanza scientifica». 
Il corso si sviluppa in 24 mesi, è articolato in tre trimestri all’anno, al termine dei quali si sostengono gli esami dei moduli didattici presenti nel piano di studi frequentati. La frequenza prevede mediamente tre lunedì ogni mese.
«I docenti dell’Istituto sono più di cinquanta, dotati anche di conoscenze e titoli in discipline diverse, oltre all’optometria: fra di loro vi sono oftalmologi, odontoiatri, ortopedici, psicologi, biologi, ortottisti, fisici astronomi e fisioterapisti, tutti con una base di formazione non solo accademica, ma anche professionale e pratica – precisa il comunicato dello Zaccagnini, che proprio ieri ha tenuto un open day a Mestre per gli ottici del Nord Est interessati - Nello specifico ambito dell’optometria l’Istituto si avvale della conoscenza delle pratiche cliniche di due docenti che hanno conseguito anche il titolo di Bachelor of Sciences in Optometry nel Regno Unito, a Birmingham».
Tra i docenti del nuovo corso spicca Diego Ponzin, direttore di Fondazione Banca degli Occhi del Veneto, che insegnerà “Fisiopatologia del segmento anteriore dell’occhio”.
(red.)