Nidek, al via in Italia una politica di marchio nell’ottica

È l’obiettivo della R.O.M., la società sanmarinese che dallo scorso settembre ha l’esclusiva della distribuzione di tutta la strumentazione del brand giapponese, per il laboratorio e per la sala refrazione, sul canale dei centri ottici italiani

«Alla luce della nostra esperienza con Nidek abbiamo scelto una politica di marchio, con una quindicina di agenti monomandatari sull’intero territorio nazionale, un numero che potrebbe crescere ulteriormente: oggi Nidek è in grado di fornire potenzialmente a valle tutti i soggetti, dal mega laboratorio al centro ottico indipendente, fino ai punti vendita delle catene, sulla scia della sua realtà in Giappone, dove detiene circa il 70% del mercato dell’ottica – spiega a b2eyes.com Tomaso De Cesare (nella foto), direttore generale della R.O.M., società controllata dalla famiglia Paolini, attiva in Italia nel settore delle mole da una settantina d’anni – Abbiamo chiuso il 2016 con 8 milioni di euro di volume d’affari, quasi equamente ripartito tra i due comparti, benché i margini di sviluppo maggiori siano soprattutto sulla diagnostica: il nostro obiettivo per il 2017 è consolidare questo risultato, la nostra ambizione quella di essere fornitori di tutto per tutti, cosa che oggi con la maggiore chiarezza che si è creata appare più fattibile».
Da quasi 25 anni, infatti, l’azienda di San Marino ha l’esclusiva per la distribuzione degli strumenti da laboratorio presso i centri ottici italiani, mentre la Nidek Medical di Settimo Milanese la deteneva per la sala refrazione, oltre che per il canale medicale. Nell’ultimo triennio, tuttavia, sul canale ottico si è verificata una sovrapposizione tra le due aziende nella diagnostica, che dal 1° settembre è stata definitivamente cancellata. «Con la Nidek Medical, comunque, ci confrontiamo positivamente, in un’ottica di attenzione al cliente», conclude De Cesare.
A.M.