Dai Optical, l’Academy riparte dall’ipovisione

È il tema del primo evento di quest’anno per la struttura formativa dell’azienda oftalmica pugliese, che si terrà il 28 maggio

Il titolo del corso teorico e pratico che Dai Optical attraverso la sua Academy mette a disposizione di tutti i professionisti della visione è “Low Vision: uno sguardo oltre i confini. Come ottimizzare il residuo visivo dell’ipovedente. Dai Optical Soft Care e gli ausili ottici a brevetto Aio-All In One” (nella foto, la locandina). In programma a fine maggio presso la sede di Molfetta, l’evento formativo spazierà dall’analisi dei dati statistici alla classificazione e definizione dell’ipovisione, dall’approccio corretto per ottimizzare il residuo visivo nel soggetto ipovedente alla lettura delle prescrizioni, passando per la scelta del giusto ausilio e dei metodi per ottenere l’ingrandimento sino alla fotoprotezione e a tutti gli strumenti messi a disposizione dalla nuova divisione della società pugliese dedicata alla Low Vision. Il corso sarà tenuto da Roberto Iazzolino, docente di lpovisione presso la Scuola Internazionale di Ottica e Optometria di Firenze, e da Gaetano Volpe, responsabile del Centro Ricerca Sviluppo Innovazione di Dai Optical.
Durante l’evento verranno, inoltre, illustrati tutti gli strumenti ottici Dai Optical Soft Care che permettono all’ipovedente di utilizzare la propria visione, seppur problematica e limitata, nella totalità. Fulcro del progetto Soft Care-Low Vision è il nuovo brevetto AIO-All In One, una speciale tecnologia che permette di raggiungere elevati livelli di estetica nella produzione delle lenti.
(red.)