Pubblicata su Nature Biomedical Engineering e ripresa da corriere.it, la ricerca di Google e di Verily, società statunitense che si occupa di biologia, ha messo a punto un algoritmo in grado di analizzare la possibilità che un individuo venga colpito, ad esempio, da un infarto senza alcuna analisi su un campione di sangue, ma grazie a una scansione del fondo oculare

Pagine