Vienna: gli occhiali parlano “linguaggi” diversi

Dopo Barcellona continua il viaggio presso gli ottici europei: passeggiando per le strade dell’affascinante capitale austriaca, tra i negozi di tradizionali aziende locali, i caffè e le boutique del lusso internazionale, ci si può imbattere in due centri ottici dall’identità molto differente, identificabile già dall’esterno 

Due negozi di occhiali a Vienna completamente diversi tra loro, non solo come arredo e allestimento, ma anche come scelta di prodotto. Uno è Optik Pillwein, indirizzo storico al 16 di Kohlmarket, a due passi dalla cattedrale di Santo Stefano. L’altro è Augenwerk (nella foto) in Operngasse 12, nella via del teatro dell’Opera, vicinissimo a piazza Albertina. Il primo con piccole vetrine accoglie i clienti con boiserie d’epoca. E propone un assortimento vastissimo e internazionale con i nomi più noti della moda. Da Chanel a Bottega Veneta, da Prada a Tom Ford, da Balenciaga a Stella McCartney, da Dior a Gucci, a Victoria Beckham. 
Il secondo si fa subito notare con un avveniristico cannocchiale come insegna, si sbizzarrisce con vetrine a tema, dall’ecologia allo street style, e propone marchi meno legati al fashion. Dai tedeschi Reiz, Hamburg e Ic! Berlin agli americani Entourage of 7 e Kbl Eyewear, allo svizzero Götti. Immancabile l’austriaco Silhouette. 
(Luisa Espanet)