Mido 2018, più spazio all’innovazione

Dopo le ultime edizioni record il salone, in programma a Fieramilano Rho dal 24 al 26 febbraio, conferma il tutto esaurito in termini di espositori. Tra le novità, l’introduzione di due categorie per il riconoscimento dedicato all’eccellenza nel retail e un aggiornamento degli spazi espositivi

Nel 2018 Bestore, il concorso che seleziona i migliori centri ottici del mondo, raddoppierà con due categorie di premi. «Il Bestore Design, che si rivolge a quei negozi che si distinguono per il modo in cui il layout, i materiali, il design, gli arredi e l’atmosfera generale contribuiscono a creare una shopping experience irrinunciabile, e il Bestore Innovation, che valuterà tutti gli aspetti legati all’evoluzione del servizio al cliente, all’interazione con clienti e fornitori, alla gestione della comunicazione, alla storia del punto vendita e ai suoi aspetti professionali, umani ed emozionali», si legge in un comunicato di Mido. 
Per quanto riguarda le aree espositive, cresce il padiglione More!, nato nel 2016, in termini di espositori e metri quadrati e per il fatto di ospitare la sezione Tech, in precedenza al padiglione 5 con le collettive asiatiche. Assumerà così «una personalità e identità sempre più forti, accogliendo al proprio interno l’area dedicata all’innovazione, in particolare, il Mido Tech, dove esporranno le aziende che producono strumenti e macchinari utilizzati nell’industria ottica, uno dei comparti dove la componente tecnologica fa la differenza per consentire la realizzazione di prodotti innovativi e unici, e il Lab Academy (nella foto), con i nuovi designer e le start up che debuttano sul palcoscenico internazionale del settore», sottolinea la nota.
«Questa edizione racconterà la vivacità, le idee, i progetti e la spinta all’innovazione di un settore in costante evoluzione, dove aziende all’avanguardia per ricerca e sviluppo cercano di reinventare in modo audace e creativo un oggetto che da secoli, campeggiando sul nostro volto, caratterizza come nessun altro la nostra identità», spiega nel comunicato Giovanni Vitaloni, alla sua prima edizione in qualità di presidente di Mido.
Verrà presentata, come di consueto, Omo-Optical Monitor, la ricerca realizzata da GfK che indaga le abitudini di acquisto e utilizzo di occhiali dei consumatori nelle economie più importanti. E interverrà ancora Francesco Morace di Future Concept Lab, che delineerà le tipologie di consumatori futuri e i loro riferimenti prevalenti.
(red.)