La Santa Lucia 2017 dell’Acofis, un “ritorno al futuro”

“C’è solo un modo di viaggiare: tu mi vuoi dire che hai costruito una macchina del tempo con una DeLorean?” Questo chiede Marty McFly, studente diciassettenne di liceo spesso ritardatario ma coraggioso, all’anziano e bislacco scienziato Emmett Brown detto Doc nel primo film della trilogia Ritorno al Futuro, film del 1985 diretto da Robert Zemeckis

Doc modificando l’auto realizza un sogno antico di tutti, la possibilità di viaggiare nel tempo e i due si trovano a vivere la realtà di trent’anni prima nella stessa cittadina californiana per poi tornare nel futuro-presente. Domenica scorsa si è tenuta la annuale festa di Santa Lucia organizzata dall’Assopto Milano Acofis nella cornice dell’Istituto Galilei di Milano. Per chi come me in quell’Istituto è entrato nel 1968 (nel 1968…) come studente dell’allora Perito Industriale Ottico Capotecnico (sic) è stata una emozione difficilmente descrivibile. Diversamente da Marty io sono arrivato puntuale e ho potuto vagare da solo nelle sale della “officina”, ancora allestita ma abbandonata. Poi ho assistito nell’Aula Magna (l’Aula Magna…) alle utili relazioni in un clima di simpatica convivialità, sino all’uscita quando sono ritornato nel futuro-presente di una fredda sera milanese. Un profondo ringraziamento qui dell’invito all’emozione vibrante a chi ha pensato di concedermela. Alcuni vissuti lasciano un segno indelebile sotto traccia.
(Sergio Cappa)