L’eyewear “occhieggia” dal Fuorisalone 2018

Ha preso il via ieri la kermesse di Milano, in programma sino al 22 aprile: 1336 eventi e 16 percorsi tematici, che richiameranno la consueta schiera di addetti ai lavori e semplici appassionati nelle strade dei distretti in cui si svolge la manifestazione, e non solo. Qui l’occhiale, che il suo posto al sole nel campo del design se lo è conquistato di diritto, è protagonista a vario titolo, presso collettive, mostre, selezioni, ottici e store

Neubau eyewear è tra gli sponsor di Isola Design District, dove botteghe artigiane, location nascoste e cortili privati ospitano giovani designer e brand emergenti con installazioni, workshop ed eventi per sette giorni. A fare da collante tra le esposizioni è il tema Rethinking Materials, che ha l’obiettivo di mettere in mostra progetti che abbiano evidenziato la versatilità di determinati materiali o con un focus sull’ecosostenibilità: sarà dunque l’occasione per il marchio, che stasera terrà anche un party con dj set, per lanciare Sigmund & Carl alla stampa e al consumatore finale presso gli spazi di Stecca 3.0, in via De Castillia 26, headquarter del distretto. In piazza XXV Aprile, nel Brera Design District, debutta il progetto di esperienza immersiva Carrera Studio, che porterà i visitatori nell’universo dell’housebrand di Safilo attraverso le immagini e le storie che il fotografo e artista Jacopo Benassi ha realizzato per la campagna primavera estate 2018 del marchio, #DriveYourStory. Circondato all’esterno da un infinity mirror, installazione a specchi che cambia aspetto durante il giorno, «lo Studio custodisce al suo interno storie vere di persone uniche che hanno deciso di prendere in mano la propria vita e cambiarla, seguendo il loro istinto - spiega una nota del marchio - I visitatori saranno in grado di interagire con lo spazio e le storie raccontate all’interno di Carrera Studio, costruendo il proprio percorso di visita». Nel cuore del Tortona Design District, in via Sartirana, Nulla è Perduto, open space che propone mobili e oggetti di modernariato, apre le porte del suo show room ospitando This Must Be The Place, un allestimento che riunisce realtà d’eccellenza provenienti dal mondo del design, della moda, dell’illuminazione e dell’arte. Qui, tra tavoli, lampadari gioielli e oggetti vintage, c’è l’eyewear di Luca Pagni, il designer noto per i suoi occhiali asimmetrici: in esposizione ci saranno i sei modelli più rappresentativi con cui i visitatori potranno farsi un selfie da postare su Instagram e chi avrà ricevuto più like entro la mezzanotte del 22 aprile riceverà la montatura scelta. Al Superstudiopiù di via Tortona c’è anche quest’anno Selected Objects, sezione dedicata a piccole realtà innovative e a oggetti iconici, dove è presente pure Delirious Eyewear con le sue collezioni di occhiali in materiali insoliti.
I negozi non sono da meno. Ad esempio Ottica Arnaldo Chierichetti in corso di Porta Romana ospita in vetrina le installazioni di Vis Aurea (nella foto), realtà di spicco nel mondo della progettazione e del design, sul tema Exotic With Drama: pappagalli, farfalle, piante e fiori tropicali, unitamente a colori saturi, saranno l’elemento dominante di tutte le decorazioni proposte. Il punto vendita di Largo Crocetta che fa capo alla stessa insegna, inoltre, domani ospiterà anche una serata all’insegna del design con Blackfin. In corso Matteotti lo showroom Moroni Gomma ha pensato per le vetrine una suggestiva ambientazione in un deserto roccioso per presentare Rock Garden, la nuova collezione limited edition per la primavera estate 2018 del brand francese di occhiali da vista e da sole Izipizi. Presso il Lego Certified Store di piazza San Babila, invece, fanno capolino delle montature sui generis. La vetrina è stata trasformata in un salotto di casa con quadri, poltrone e un tavolino rosso realizzati con i celebri mattoncini dall’artista Riccardo Zangelmi: qui i visitatori potranno scattarsi un selfie con barba, bocca, cravatta e occhiali, anch’essi fatti con i Lego. 
N.T.