Israele: una pellicola sugli occhiali per vedere al buio?

Il brevetto è stato creato dall’Università Ben Gurion del Negev e promette di trasformare un normale dispositivo in uno con sensori a infrarossi

I ricercatori israeliani, secondo quanto riportato dall’Agi, hanno sviluppato una tecnologia, una pellicola spessa mezzo metromicron, unità di misura di un millesimo di millimetro, che si applica sulle lenti e raccoglie e legge lunghezze d’onda da 1.500 nanometri, trasformandole in immagini visibili dall’occhio umano. Gabby Sarusi, che guida il team di ricerca e lavora al progetto dal 2012, ha spiegato che la speciale pellicola potrà essere facilmente utilizzata sugli occhiali per la vista notturna utilizzati dai soldati, sostituendo quelli pesanti e ingombranti di oggi. La tecnologia sviluppata si basa sulle nanotecnologie e sui principi fisici, mentre l’unica componente elettronica è una piccola batteria. 
Le potenziali applicazioni di questi piccolissimi sensori a infrarossi non riguarderebbero, tuttavia, soltanto l’ambito militare, ma anche la vita di tutti i giorni, ad esempio per gli smartphone o le auto a guida autonoma. Il costo della pellicola sarebbe di pochi dollari contro i costi elevati dei normali sensori a infrarossi oggi disponibili.
(red.)