Distretti italiani: Cadore al primo posto per redditività

Il risultato è frutto del decimo Monitor di Intesa San Paolo, che si è focalizzato sui bilanci 2016 di quasi 18 mila imprese appartenenti a 153 comprensori industriali 

Rispetto all’edizione precedente del Monitor di Intesa San Paolo, gli occhiali superano il distretto del Prosecco di Valdobbiadene nella classifica delle migliori performance di crescita e redditività: il Cadore fa, infatti, un balzo in avanti, dal terzo al primo posto. La seconda posizione vede quest’anno la Gomma del Sebino Bergamasco (nella foto, la tabella completa).
«Ai primi tre posti di questa classifica e tra loro molto vicini ci sono l’Occhialeria di Belluno, con un valore dell’indicatore sintetico pari al 82,2 (su un potenziale valore massimo pari a 100), la Gomma del Sebino bergamasco (81,5) e il Prosecco di Conegliano-Valdobbiadene (80,3) - precisa il rapporto - Si tratta dei tre distretti che in questi anni si sono alternati ai primi posti di questo ranking, favoriti da livelli di redditività strutturalmente elevati e da un’alta competitività sui mercati esteri, che si è tradotta in un balzo delle esportazioni, con effetti positivi sull’evoluzione del fatturato». 
In generale, come riportato dal Monitor, nel 2016 le imprese distrettuali hanno registrato un nuovo aumento del fatturato, salito dell’1,8% a prezzi correnti. Performance ragguardevoli hanno caratterizzato anche diversi comparti del sistema moda, con incrementi del fatturato, tra il 2008 e il 2016, del 39% nella stessa occhialeria, del 31% nella pelletteria e del 28% nella concia. «Le nostre stime indicano che nel 2017 la fase di ripresa dei distretti si è intensificata (+2,8%), interessando tutte le filiere distrettuali – si legge nel rapporto - Le previsioni per il biennio 2018-19 restano positive, evidenziando un ritmo di crescita intorno al 2,9% in media d’anno. I mercati esteri faranno da traino, mentre il mercato interno potrà dare un buon contributo, soprattutto alla filiera metalmeccanica». 
(red.)