De Lorenzo: a Padova un restyling anche dell’insegna

Con più di trent’anni di esperienza e una passione condivisa per i motori che li ha visti gareggiare con successo alla Parigi Dakar, i gemelli dell’ottica hanno inaugurato nelle scorse settimane, con un evento cui hanno partecipato circa 500 persone, il nuovo punto vendita con una rinnovata immagine coordinata in via Martiri della Libertà

Il primo centro ottico, in piazzetta Forzate, aperto nel 1983, ai gemelli Aldo e Dario De Lorenzo di soddisfazioni ne aveva regalate parecchie, tanto che pochi anni dopo avevano avviato anche il punto vendita di via Prosdocimi, nel quartiere Forcellini, sempre a Padova, seguito più di recente da quello a Noventa Vicentina. «Il primo negozio però si trovava circa 400 metri al di fuori del flusso di grande passaggio del centro e con gli anni ci siamo detti che, sebbene lì lavorassimo bene, chi entrava da noi erano sempre e solo i nostri clienti ormai affezionati: così nel 2013 ci siamo spostati in via Martiri della Libertà», racconta a b2eyes.com Aldo De Lorenzo. L’attività anche lì procede molto bene, ma tempo pochi anni Dario suggerisce l’idea di trovare una location con delle vetrine più grandi per avere maggiore visibilità. Prende così forma l’idea di trasferirsi nuovamente e i due fratelli individuano un nuovo spazio, poco più in là sempre in via Martiri della Libertà, all’angolo con via San Fermo, una delle più belle arterie dello shopping padovano. «Noi, che abbiamo sempre puntato tutto sulla qualità, abbiamo constatato che essere nel posto giusto è una cosa vantaggiosissima: qui, spostandoci di appena 35 metri, passa una quota considerevole di gente in più», commenta Aldo. 
Con 14 metri di vetrine e una superficie di 170 metri quadrati disposti su tre livelli, di cui 75 destinati all’area vendita, laboratorio di montaggio e sale refrazione e contattologia, il nuovo negozio ha mantenuto una continuità nell’offerta rispetto al precedente ma ha impresso una svolta estetica significativa. «Da anni puntiamo su una proposta diversa, con marchi per lo più non di massa, collezioni made in Italy e fatte in Cadore, ora abbiamo aumentato il livello dei potenziali clienti scegliendo prodotti con un posizionamento medio alto. Per quel che riguarda le lenti, invece, per l’80% facciamo progressive: siamo avviati in una direzione di cui siamo entusiasti e che sta dando ottimi frutti – prosegue l’ottico padovano – Nel nuovo negozio siamo riusciti a far capire al cliente anche con l’arredamento che siamo dei professionisti».
Per gli interni (nella foto) i due imprenditori hanno optato per uno stile industrial. «Abbiamo ripreso l’atmosfera delle vecchie fabbriche, con cromatismi che evocano quelli di un’officina – spiega De Lorenzo - Per l’illuminazione sono stati usati dei vetri speciali utilizzati nelle vecchie industrie per la sicurezza, poi ci sono due tavoli di vendita in ferro antichizzato e al soffitto è stato applicato un telo di caucciù lavorato in modo tale che la superficie sembra uno specchio e il negozio appare più alto, mentre il pavimento è in legno: il risultato è davvero di impatto, la gente si ferma a vedere il negozio». Un ulteriore cambiamento riguarda il nome e l’immagine coordinata. «Nei due negozi di Padova, abbiamo deciso di chiamarci De Lorenzo Professione Ottico, portando in primo piano il nostro personal brand», conclude il professionista veneto.
N.T.