Barzini: l’ambassador Silhouette ha ricevuto l’Ambrogino d’Oro

Benedetta (nella foto, tratta da repubblica.it), fra i testimonial nel 2013 di Litestyle, collezione del brand austriaco, ha ricevuto giovedì scorso il prestigioso riconoscimento

«Top model e sulla prima copertina di Vogue nel 1965, femminista che a 73 anni sfila ancora senza paura di mostrare le rughe, un esempio di donna libera da sottolineare», dice la motivazione all’Ambrogino d’oro di Benedetta Barzini. Per quanto gratificante è riduttiva. Giornalista come il padre, il mitico Luigi inviato del Corriere della Sera, è stata la prima italiana a imporsi non solo per la bellezza particolare e l’eleganza innata, ma per il modo di muoversi in passerella, che ancora adesso la fa emergere. Colta, intelligente, vivace, è stata amica di Salvatore Dalì, ha frequentato la Factory di Andy Warhol e vissuto in prima persona i grandi cambiamenti di quegli anni. Di queste sue esperienze ne ha tratto materia per la sua attività di docente sulla moda e il costume, in vari atenei universitari. Tutto questo crescendo quattro figli e ora occupandosi di vari nipoti. Non è un caso che Silhouette l’abbia scelta nel 2013 per il suo gruppo di creativi-testimonial.
(Luisa Espanet)